Pagare le tasse significa tra l'altro permettere allo Stato, ai Comuni, alle Regioni ed agli Enti Locali di erogare i servizi, ma nella giungla di imposte alcune ai cittadini sembrano essere davvero indigeste

Abolizione canone Rai e bollo auto, perché non è al momento possibile

Tra queste spiccano le due tasse di possesso che sono rappresentate dal bollo auto e dal canone Rai per le quali spesso si parla di abolizione, ma in realtà è difficile la loro sparizione nel breve come nel medio termine. In particolare, abolire il canone Rai ed il bollo auto è semplice, in quanto basta un provvedimento del Governo, mentre il difficile sta nel trovare le coperture per farlo visto che la tassa di possesso del televisore è la fonte di maggiore entrate per la televisione di Stato, così come il bollo auto è una tassa che finanzia le Regioni.

Addio a tassa automobilistica e di possesso Tv, un sogno che rischia di non avverarsi

Il bollo auto ed il canone Rai possono essere considerate delle tasse inique, in quanto legate al possesso di un bene, il che significa che devono pagarle i meno come i più abbienti. Inoltre in Italia, e non sarebbe la prima volta, tolta una tassa potrebbe spuntarne un'altra ancor più indigesta, ragion per cui quello dell'abolizione è un sogno che rischia di non avverarsi.

Senza abolizione l'unica strada è quella dell'esenzione canone Rai e bollo auto

Dato che le due tasse a breve non saranno abolite, l'unica strada per non pagare il bollo auto ed il canone Rai è quella dell'esenzione. Per esempio, c'è l'esenzione bollo auto con la legge 104, e l'esenzione canone Rai over 75 a basso reddito. Inoltre, se in famiglia non ci sono televisori, il canone Rai non si paga ma a patto di inviare ogni anno all'Agenzia delle Entrate apposita dichiarazione sostitutiva.