Il pagamento del bollo auto non sempre è dovuto quando si rientra nell'ambito delle agevolazioni previste dalla legge 104, ma in ogni caso l'esenzione, come peraltro riportato dal sito notizieora.it, non è automatica e generalizzata in quanto ci sono casi in cui spetta, ed altri in cui invece la tassa automobilistica deve essere comunque pagata

Quando con le agevolazioni della legge 104 il bollo auto non si paga

Rientrare nella legge 104, per l'esenzione bollo auto 2020, infatti, è una condizione necessaria ma non sufficiente in quanto per non pagare la tassa automobilistica occorre essere non vedenti, sordi o con una patologia invalidante che ha portato a impedite oppure a ridotte capacità motorie.

Inoltre, riporta altresì il sito notizieora.it nel rispondere ad una lettrice, possono beneficiare dell'esenzione dal pagamento del bollo auto, grazie alla legge 104, pure i disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione, quelli affetti da pluriamputazioni, e quelli con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento.

Esempi di esenzione e non dal pagamento della tassa automobilistica in caso di disabilità legge 104

Questo significa, per esempio, che coloro che sono affetti da patologia oncologica, ma non hanno problemi motori o di deambulazione, non possono beneficiare dell'esenzione dal pagamento del bollo auto. Mentre la tassa automobilistica, nel fornire un altro esempio, non si paga quando il mezzo di trasporto serve solo a trasportare un non vedente anche se la vettura non è ad esso intestata.

Per saperne di più sull'esenzione permanente dal pagamento del bollo auto per disabilità, grazie alla legge 104, basta collegarsi alla pagina web del sito Internet dell'Agenzia delle Entrate cliccando qui.