Dalla giornata di ieri, 1 gennaio del 2020, è ufficialmente scattata la mini-rivoluzione per il pagamento del bollo auto. E questo perché, dopo il via libera alla manovra 2020 da parte del Parlamento italiano, ci sono tante novità legate proprio alla tassa automobilistica a partire dal circuito di pagamento che ora è unico, e che è rappresentato da PagoPA attraverso tutti i servizi ed i prestatori di servizi di pagamento (PSP) che sono abilitati in accordo con quanto è stato riportato dal sito laleggepertutti.it.

PagoPA come unico circuito di pagamento della tassa automobilistica

L'adozione di PagoPA come unico circuito di pagamento del bollo auto dovrebbe comportare un aumento delle commissioni per mettersi in regola con la tassa automobilistica. Questo, tra l'altro, dipenderà dal canale scelto per pagare il bollo auto 2020 la cui riforma, pur tuttavia, potrebbe slittare di altri sei mesi con il Decreto Milleproroghe in accordo con quanto è stato riportato anche in questo caso dal sito laleggepertutti.it.