Il Bonus 110% può essere utilizzato anche per procedere con la sostituzione degli infissi. Secondo quanto previsto dal provvedimento vigente la detrazione fiscale passa dal 50% al 110% nel caso in cui riguardi le grandi ristrutturazioni abitative o condominiali.

Bonus 110% infissi: i tre interventi trainanti

Per rendere più efficiente la propria abitazione il Decreto Rilancio ha messo a disposizione nuovi bonus e agevolazioni fiscali. Tra le agevolazioni più interessanti spicca il Bonus 110% infissi, che deve associato ai tre interventi trainanti.

  • Sostituzione, nei condomini, della caldaia con impianti centralizzati per il riscaldamento a condensazione o a pompa di calore;
  • Cappotto termico della parte esterna dell’edificio per un minimo del 25% della superficie disperdente lorda complessiva;
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con impianti per il riscaldamento, raffrescamento o per l’acqua calda a pompa di calore nelle abitazioni unifamiliari.

“La detrazione del 110%, nei limiti di spesa previsti dalla normativa vigente, si applica anche a tutti gli altri interventi di efficientamento energetico a condizione che siano eseguiti congiuntamente ad almeno uno degli interventi di cui sopra.

Per poter accedere alla detrazione, gli interventi devono assicurare, nel loro complesso, il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio o, se non possibile, il conseguimento della classe energetica più alta.”

È possibile optare per la detrazione fiscale spalmata in 5 anni o per uno sconto immediato in fattura.

In ogni caso per richiedere il Bonus 110% infissi sarà necessario attendere il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate e il decreto attuativo del MISE.

Bonus 110% Infissi: requisiti necessario per beneficiare dell’agevolazione fiscale

Per beneficiare del Bonus 110% infissi è necessario rispettare i seguenti requisiti:

  • l’immobile deve essere dotato di un impianto di riscaldamento,
  • l’immobile deve esistere al momento della sostituzione già accatastato o in fase di accatastamento,
  • il contribuente deve essere in regola con il pagamento di eventuali tributi.

Bonus 110% infissi: chi ha diritto di beneficiare dell’agevolazione?

Possono beneficiare del bonus 110% infissi:

  • Proprietari o nudi proprietari;
  • Familiare convivente;
  • Locatari;
  • Comodatari;
  • Chiunque abbia un diritto di godimento.

Bonus 110% infissi: quali spese rientrano nell’agevolazione?

Rientrano nel bonus 110% infissi le seguenti voci di spesa:

  • porte ingresso
  • finestre
  • persiane e cassonetti
  • tende da sole
  • sostituzione dei vetri.

Non rientrano nella detrazione bonus 110% infissi le zanzariere e le schermature solari.

Bonus 110% infissi: come funziona?

Il bonus 110% infissi consiste in una detrazione Irpef ripartita in 10 quote annuali, con rate di identico ammontare. La detrazione fiscale parte con la presentazione della dichiarazione dei redditi 2021.

Bonus 110% infissi: quali sono le modalità di pagamento?

Per beneficiare dell’agevolazione fiscale è necessario che il contribuente/beneficiario del Bonus infissi paghi mediante bonifico bancario o postale “parlante”. È importante che dal documento fiscale emergano le seguenti informazioni: causale del versamento; codice fiscale o numero di Partita Iva del beneficiario del pagamento, numero e data della fattura, Partita IVA del beneficiario della detrazione fiscale.