È stato confermato in questi giorni l’arrivo del nuovo bonus INPS sulle pensioni per il mese di dicembre di quest’anno. Si tratta di un importo aggiuntivo pari a 154,94 euro, che secondo quanto stabilito dall’articolo 70 della legge 388/2000, dovrà essere destinato a tutti quei pensionati che risultano avere un determinato livello di reddito. 

Dunque per alcuni pensionati, dicembre 2020 sarà un mese molto più ricco rispetto agli altri. Infatti, in questo mese non solo è previsto l’arrivo della tredicesima, ma anche del nuovo bonus INPS integrativo. Tuttavia, l’aumento della pensione di dicembre non riguarderà tutte le categorie di pensionati. Tra i non aventi diritto del bonus INPS vi sono le pensioni di invalidità civile, gli assegni e le pensioni sociali, le pensioni supplementari e le pensioni internazionali (che non risultano tassate in Italia).

Ecco tutti i dettagli sul nuovo bonus INPS che porterà l’aumento di 154,94 euro delle pensioni di dicembre, i requisiti per poter accedere e la procedura per inviare la richiesta.

Bonus INPS pensioni: come funziona

Il bonus INPS che sarà applicato nel mese di dicembre alle pensioni dei contribuenti italiani appartenenti ad una determinata fascia di reddito, è stato previsto dall’articolo 70 della Legge 388/2000, relativa alle disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (la famosa Legge finanziaria 2001).

In particolare, il comma 9 dell’articolo 70, ha disposto l’introduzione di un importo aggiuntivo sull’assegno della pensione di dicembre pari a 154,94 euro, che sarà erogato in maniera automatica a tutti i cittadini italiani aventi diritto della pensione che hanno un reddito inferiore al limite reddituale stabilito.  

A chi spetta l’aumento

Il bonus INPS delle pensioni previsto per il mese di dicembre di quest’anno spetterà a tutti i pensionati con un reddito inferiore a 10043,87 euro. In particolare, l’aumento di 154,94 euro sulle pensioni di dicembre è riconosciuto ai soggetti che risultano essere titolari di pensione delle gestioni privati e agli iscritti alla gestione ex Enpals. 

Non potranno invece ricevere il bonus INPS pensioni e quindi l’aumento, i titolari di pensioni di invalidità civile, i beneficiari di assegni sociali, di pensioni sociali o supplementari. Inoltre non avranno diritto al bonus INPS pensioni anche coloro che beneficiano degli indennizzi dei commercianti, delle pensioni internazionali che non sono tassate in Italia e i beneficiari delle pensioni e assegni da parte degli enti creditizi o dei dirigenti di azienda. 

Quali sono i requisiti per richiedere il bonus 

Secondo quanto stabilito dalla Legge 388/2000, ovvero la Legge Finanziaria 2001, il valore del bonus INPS pensione sarà sempre invariato, dunque pari a un aumento di 154,94 euro per una sola mensilità. Al contrario, cambierà ogni anno il limite reddituale che costituisce il requisito necessario per poter usufruire del bonus, il quale dovrà essere fissato da anno in anno dall’Istituto INPS

Per quanto riguarda il 2020, l’Istituto ha stabilito che per poter usufruire dell’aumento della pensioni per il mese di dicembre, il reddito del pensionato non dovrà superare la sogna dei 10.043,87 euro. Nei casi in cui il pensionato risulta coniugato, si prende in considerazione non solo il limite reddituale personale il quale resta invariato (10.043,87 euro), ma anche quello coniugale, il quale è pari a 20.087,73 euro).

Secondo le disposizioni, per il calcolo dei redditi assoggettabili, dunque presi in riferimento per valutare l’idoneità per il bonus INPS pensioni, ad Irpef, TFR e gli arretrati soggetti a tassazione separata. Invece saranno esclusi dal reddito personale, il valore dell’abitazione principale e le pertinenze riferite ad essa. 

Inoltre è stato fissato un ulteriore requisito relativo in questo caso a tutti i trattamenti pensionistici di cui si ha usufruito nel corso dell’anno. Infatti, non potranno accedere al bonus INPS di 154,94 euro tutti i contribuenti italiani che hanno percepito complessivamente assegni pensionistici da un importo totale di 6.695,91 euro. In questo limite reddituale pensionistico sono inclusi anche gli importi percepiti relativi alle maggiorazioni sociali e gli incrementi del trattamento minimo. 

L’importo del bonus INPS pensioni 

Secondo quanto stabilito dalla Legge Finanziaria del 2001, l’importo del bonus INPS delle pensioni è pari a 154,94 euro. Tale cifra non prevede alcuna variazione, al contrario dei limiti reddituali stabiliti per poter aver diritto all’aumento della pensione, i quali invece si modificano annualmente sulla base delle nuove disposizioni fornite dall’Istituto INPS

Dunque, la legge 388/2000 prevede che la cifra dei 154,94 euro del bonus INPS sulla pensione, venga destinata interamente nei casi in cui l’importo complessivo degli assegni pensionistici durante tutti i mesi del 2020, sia minore oppure uguale alla cifra di 6.695,91 euro. 

Se invece l’importo complessivo delle pensioni percepite durante il 2020 dal cittadino risultasse essere compreso tra le cifre 6.695,91 euro e 6.850,85 euro, allora ai pensionato spetterà la differenza che sussisterà tra i 6.850,85 euro e la cifra complessiva ricevuta degli assegni pensionistici. 

A prescindere da questo, per poter ricevere il bonus INPS della pensione il reddito del contribuente italiano non dovrà risultare superiore a 10.043,87 euro, mentre nel caso di pensionato coniugato a 20.087,73 euro (con limite personale fissato sempre a 10.043,87 euro).

Come ricevere il bonus INPS pensioni 

La legge 388/2000 stabilisce che i pensionati che dispongono dei requisiti di reddito personale e pensionistico richiesti per poter accedere al bonus INPS pensioni di 154,94 euro, riceveranno l’importo in maniera completamente automatica. 

Ciò significa che l’accredito sarà effettuato automaticamente, senza che il titolare della pensione ne faccia esplicita richiesta.

Occorre inoltre specificare che sull’importo previsto dal bonus INPS delle pensioni, non dovranno essere pagate le imposte Irpef o contributi di tipo previdenziale o assistenziale.

Per verificare lo stato di erogazione del bonus INPS pensioni, il contribuente potrà accedere personalmente sul sito ufficiale dell’Istituto, nella sezione Cedolino di pensione e servizi collegati, e successivamente selezionare la voce “Verifica bonus quattordicesima e bonus legge 388/2000”. 

Nei casi in cui a dicembre il pensionato riceverà soltanto la mensilità relativa alla pensione, pur avendo diritto al bonus INPS, potrà farne esplicita richiesta attraverso la domanda sul sito INPS o tramite il Patronato. La domanda dovrà essere denominata “Ricostituzione di pensione” in cui dovrà essere indicata all’interno della sezione relativa alle note, il comma 9 dell’articolo 70, della legge n. 388/2000.

La tredicesima per la pensione di dicembre 

Il pagamento della tredicesima mensilità sarà destinato ai pensionati percettori di pensione di vecchiaia, pensione di invalidità, pensione anzianità, pensione anticipata o assegno sociale. L’accredito della pensione sarà accreditato il 1 dicembre 2020 sia per coloro che hanno scelto l’accredito della pensione nelle poste che in banca.