Qualche bonus a Natale fa sempre comodo, soprattutto in questo periodo di incertezze economiche e sanitarie. Per dicembre chiunque può ricevere un bonus sul conto corrente, basta sapere quale si ha diritto a richiedere e come fare.

Si avvicinano le feste e forse mai come in questo anno particolare ed ingestibile si sente il bisogno di nuove certezze e conferme. Dalle zone rosse, ai nuovi DPCM del governo Conte si passa per chiusure di scuole e ristoranti. C'è anche chi finisce la Naspi e non sa ancora se ci sarà un'altra proroga. In molti allora rischiano di veder dimezzati, se non annullati, i propri risparmi per i regali di Natale.

Dai pensionati alle mamme con i figli piccoli, a quanto pare tutti hanno il loro bonus di Natale! Bisogna solo capire bene cosa aspetta e a chi.

Non dimentichiamo poi che novembre è il mese del bonus mobilità e bonus pc e tablet. Discussi, screditati e criticati sono pur sempre occasioni di cui poter approfittare, ma in questo caso sono necessari alcuni requisiti ben specifici.

Cerchiamo di capire cosa possiamo sperare di mettere sotto l'albero di Natale quest'anno, oltre al vaccino! 

Bonus natale per tutti: parte cashback

Ufficialmente confermato il via dal 1 dicembre del bonus cashback. Ovvero un rimborso vero e proprio delle spese effettuate con la carta di credito. Questo bonus ha carattere universale in quanto chiunque può usufruirne, non esistono infatti limiti di reddito, niente ISEE e nessun requisito anagrafico, tranne quello della maggiore età ovviamente.

Ma di cosa si tratta nel dettaglio? E' una proposta che rientra nel più ampio piano del governo, di cui si parla già da tempo del cashless. Ovvero incentivi ed agevolazioni per diminuire l'utilizzo di contanti a favore dei pagamenti elettronici. La misura guarda alla lotta all'evasione ed al lavoro sommerso.

Si pensa che incentivando i pagamenti elettronici anche per acquisti di importi ridotti si favorisca l'eliminazione dell'evasione fiscale. E' proprio in questa ottica che il governo lancia, quindi, nel mese di dicembre il via per il bonus cashback che proprio nel mese di lancio garantisce maggiori vantaggi ai beneficiari. Vediamo nello specifico di cosa si tratta e come usufruirne.

Bonus cashback: per averlo serve l'App

Come funziona il bonus cashback, in breve possiamo dire che su tutti gli acquisti effettuati con carta di credito, bancomant o altri strumenti tracciabili si potranno ricevere rimborsi fino a 300€ all'anno o 150€ a semestre.

La novità di dicembre è che per tutti gli acquisti effettuati tra il 1 e il 31 dicembre 2020, si potranno ricevere rimborsi fino a 150€. Somma che invece a regime si riceve in ben 6 mesi.  In sostanza un bonus extra per il solo mese di dicembre. Gli acquisti totali però dovranno ammontare a 1.500€. Infatti il bonus prevede un rimborso del 10% sul monte spesa totale.

Nel mese di dicembre basteranno 10 transazioni, invece che 50 a semestre come avverrà da gennaio 2021. I primi rimborsi inoltre si avranno già da febbraio 2021 per tutti gli acquisti fatti nel mese di dicembre.

Come fare per ottenere il rimborso? E' necessario scaricare l' App IO. La stessa App utilizzata per il bonus vacanze. Una volta scaricata l'App sarà necessario registrarsi associando poi al proprio account una o più carte di credito o di debito insieme al codice IBAN sul quale si vogliono ricevere i rimborsi.

Il gioco è fatto, dal momento in cui la registrazione sarà conclusa ed andrà a buon fine si possono iniziare a fare acquisti utili al cumulo dell'importo per ottenere il rimborso del 10%. L'accredito avverrà in automatico sul conto corrente indicato in fase di registrazione senza dover effettuare nessuna richiesta ulteriore.

Altra buona notizia è che tutti gli acquisti fatti con la carta, o le carte (se ne possono registrare più di una), indicate in fase di registrazione saranno utili. Ovvero anche la spesa al supermercato o in farmacia farà cumulo. Rimane valido solo il vincolo delle 10 transazioni, che ricordiamo sarà valido per il solo mese di dicembre. Da gennaio le transazioni saranno 50 a semestre con una spesa massima riconosciuta di 1.500€ per un rimborso pari al massimale di 150€, ovvero il 10%.

Sottolineiamo che gli importi indicati fanno riferimento al massimo riconosciuto per il rimborso, se verranno effettuati acquisti inferiori si percepirà il rimborso del 10% relativo a quanto speso.

Cosa comprare con il bonus cashback

Abbiamo visto che il bonus cashback si può definire universale sia perché ne possono godere tutti ma anche perché non pone limiti di acquisti. A differenza di molti altri bonus o incentivi, come il bonus cultura o il bonus mobilità, con il bonus cashback possiamo comprare tutto ciò che vogliamo. Dall'elettronica ai casalinghi, dalla spesa al supermercato ai medicinali in farmacia.

Unica restrizione: sono escluse le transazioni per acquisti online. Fuori quindi Amazon & Co. Decisone voluta per alimentare, soprattutto nel periodo delle feste, gli acquisti presso i negozi fisici e di prossimità.

L'esclusione del commercio online è da ricercare proprio nel grande impatto economico che questo modo di fare acquisiti ha avuto sui piccoli distributori locali.

L'espansione del digitale e dell'e-commerce ha creato non pochi problemi di sostentamento alle piccole imprese locali. Inoltre i giganti del commercio online, come Aliexpress ed Amazon hanno reso impossibile per molti volenterosi di inserirsi nel mercato digitale. Si pensa allora di indirizzare i consumi verso i negozi di quartiere o comunque le attività definite di prossimità, escludendo le transazioni online dal cumulo per il bonus.

Bonus pensionati, a Natale arrivano 155€

Ancora una buona notizia riguarda questa volta una specifica categoria, quella dei pensionati che in alcuni casi potranno vedere un cedolino di dicembre decisamente più ricco. E' infatti previsto per questa categoria oltra la consueta 13° mensilità un ulteriore bonus di 155€ da erogare per il mese di dicembre. Vediamo chi può averlo e se ci sono domande da inoltrare per averlo.

Arrivata negli ultimi giorni la conferma che anche per dicembre 2020 oltre alla tredicesima mensilità, i pensionati Inps vedranno conteggiato sul cedolino anche il bonus di 155€. 

Secondo quanto stabilito dalla legge finanziaria 2001 (art. 70, legge 23 dicembre 2000, n. 388), è riconosciuto a chi percepisce una o più pensioni, l'importo di 154.94€ nel mese di dicembre a titolo di importo aggiuntivo.

In questo caso però il bonus non sarà erogato a tutti, ci sono infatti degli specifici requisiti di reddito ed un importo minimo della pensione da rispettare.

Il bonus di 155€ è rivolto a tutte le pensioni erogate dall'Inps ad esclusione dei trattamenti assistenziali. Ad esempio il bonus non spetta ai percettori di assegni e pensioni sociali, ai detentori di invalidità civile. Escluse anche le pensioni degli enti creditizi, i dirigenti di azienda e tutti i trattamenti che non siano strettamente pensionistici.

Per ricevere il bonus di 155€ previsto per dicembre, il reddito per l'anno in corso non deve superare il tetto massimo di 6.850,85 euro. 

Chi avrà il bonus pensionati di dicembre

Chi potrà gioire allora per questi 155€ in più a Natale? Vediamo i requisiti reddituali previsti per l'erogazione automatica del bonus.

Alle pensioni con importi annui inferiori o uguali ad € 6.695,91 viene riconosciuta la somma intera di 155€, a patto che vengano rispettati anche i requisiti reddituali. Mentre per importi annui compresi tra i 6.695,91 e 6.850,85 euro al beneficiario andrà la differenza tra 6.850,85 euro e l’importo delle pensioni.

Inoltre, i redditi personali del beneficiario non devono superare i  10.043,87 euro annui. Se il pensionato risulta coniugato si andranno a sommare a questi anche i redditi del coniuge convivente. L'importo sale a 20.087,73 euro annui.

Per chi rispetta i suddetti requisiti non occorre inoltrare nessuna domanda all'Inps, in quanto la legge prevede che in presenza dei requisiti richiesti sarà lo stesso istituto ad erogare in automatico l'importo dovuto sul conto corrente del beneficiario del bonus.

Sotto l'albero mettiamo anche il bonus vacanze

Sembra prematuro pensare alle vacanze, anche perché vista l'attuale situazione del paese si rischia di non riuscire a festeggiare neanche il Natale! Ma la speranza è peculiarità italiana e allora ecco che possiamo iniziare a pensare di festeggiare l'uscita dal periodo più brutto degli ultimi 50 anni, con una bella vacanza approfittando magari del bonus vacanze, riconfermato anche per il 2021.

Il bonus vacanze, previsto dal decreto rilancio del 2020, prevede fino a 500€ per nucleo familiare e si può richiedere entro il 31 dicembre. Andrà poi speso entro giugno 2021.

Anche in questo caso ci sono dei limiti reddituali ma ben più ampi rispetto ad altri bonus. Infatti potranno accedere al bonus i nuclei familiari con ISEE inferiore a 40mila euro. Gli importi erogati variano a seconda della composizione del nucleo familiare, infatti:

la somma massima di 500€ andrà a nuclei composti da tre o più persone. Mentre per quelli composti da due persone si prevede un bonus di 300€. Infine al singolo spettano 150€ di bonus.

Gli importi ottenuti potranno essere spesi in strutture ricettive turistiche, come hotel, alberghi, B&B, agriturismi e molte altre realtà del mondo del turismo. Il bonus andrà speso in un'unica soluzione presso una sola struttura turistica.

Per usufruire del bonus vacanze sarà necessario scarica l'App IO, la stessa del bonus cashbak. Una volta effettuata la registrazione, che avviene esclusivamente con Spid, Sistema Pubblico di Identità Digitale, si potrà procedere alla richiesta del bonus.

All'atto della prenotazione presso la struttura prescelta si dovrà comunicare il possesso del bonus ottenendo uno sconto pari all'80% del bonus. Il restante 20% del bonus andrà in detrazione sulla dichiarazione dei redditi annuale.