Dal mese prossimo, e precisamente a partire dall'1 luglio del 2020, sarà possibile chiedere ed ottenere, nel rispetto dei requisiti richiesti, il cosiddetto Bonus Vacanze, una misura agevolativa che è contenuta nel cosiddetto Decreto Rilancio, e che mira a permettere alle famiglie di andare in vacanza, e di sostenere nello stesso tempo il comparto turistico messo in ginocchio a causa della pandemia di coronavirus.

Bonus Vacanze 2020 per le famiglie, requisito Isee e quanto vale

Per accedere al bonus vacanze 2020, prima di tutto, occorre che l'Isee del nucleo familiare non sia superiore alla soglia dei 40.000 euro. Nel rispetto di tale requisito, il bonus vacanze 2020 vale come segue: 150 euro per i single, 300 euro per le coppie e 500 euro per i nuclei familiari che, invece, sono composti tra tre o più persone in accordo con quanto è stato riportato dal sito fiscooggi.it, il Quotidiano telematico dell'Agenzia delle Entrate.

Bonus vacanze da spendere entro il 31 dicembre anche in agriturismi e bed & breakfast 

Chiesto ed ottenuto il bonus, il contributo per le vacanze si potrà utilizzare, e quindi spendere, entro e non oltre il 31 dicembre del 2020 presso strutture ricettive in Italia includendo pure i bed & breakfast e gli agriturismi.

Come è strutturato il bonus vacanze, sconto e detrazione di imposta

ll bonus vacanze 2020, precisa altresì il Fisco, è strutturato nelle seguenti due componenti: l'80% del bonus spettante viene riconosciuto sotto forma di sconto da spendere presso la struttura ricettiva scelta, mentre il restante 20% è fruibile in sede di dichiarazione dei redditi sotto forma di detrazione di imposta. A sua volta la struttura ricettiva che accetta il bonus matura un credito d’imposta da andare ad utilizzare esclusivamente in compensazione.