In una giornata caratterizzata da volumi di scambio più deboli del solito per via dell'assenza della piazza londinese e di Wall Street, oggi chiuse per festività, le Borse europee continuan a muoversi in territorio leggermente positivo.

Borse in lieve rialzo dopo elezioni UE. Milano la migliore

Il Cac40 e il Dax30, pur avendo già ritracciato dai massimi segnati nella prima parte della mattinata, salgono rispettivamente dello 0,17% e dello 0,47%. Riesce a fare meglio Piazza Affari, grazie soprattutto alla spinta di Fca, con il Ftse Mib in ascesa dello 0,58% a ridosso di area 20.500, dopo aver lambito la soglia dei 20.700 punti nella prima ora di contrattazioni.

Spread in rialzo, Eur/Usd poco mosso

Volatile invece il mercato obbligazionario italiano, con lo spread BTP-Bund che dopo aver provato inizialmente a scendere, ora sale dell'1,54% a 270,7 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni viaggia in progresso dell'1,1% al 2,58%.

Calma piatta invece sul fronte delle valute, con l'euro-dollaro che negli ultimi minuti viene fotografato in frazionale calo a 1,1197 dopo aver tentato un recupero sopra quota 1,120 che al momento non è andato a buon fine.

Elezioni UE: risultato meno negativo del previsto

I mercati stanno dando vita ad una reazione molto composta all'esito delle elezioni europee che di fatto non ha provocato scossoni, visto che il quadro politico non ha subito grandi stravolgimenti.

I partiti a favore dell'Unione europea sono riusciti a difendere le loro posizioni senza sfondare, mentre le forze populiste e gli euroscettici hanno guadagnato terreno, senza però ottenere la maggioranza.