Borse europee allineate in territorio negativo a metà giornata, in ritirata sin da questa mattina, dopo il rialzo della vigilia, in scia a una combinazione di persistente volatilità nel mercato petrolifero, timori legati alla guerra commerciale in vista del G-20 della prossima settimana, ma anche tensioni non risolte sulla manovra italiana e sul negoziato Brexit. 

La giornata delle Borse europee

Maglia nera della seduta è il Ftse 100 britannico con un ribasso di circa un punto percentuale, mentre registrano cali solo frazionali il Dax (0,65%) e il Cac 40 di Parigi (-0,58%): resiste meglio il Ftse Mib, che alle 13.30 limita il passivo a un -0,45% attestandosi sui 18.675 punti.



Male le banche

A livello settoriale, registrano quest'oggi i passivi più pesanti le società minerarie (-2%), condizionate dai timori su un rallentamento della crescita economica in attesa dell'incontro fra Trump e il presidente cinese al vertice argentino dei Grandi.