NVIDIA (NVDA)

In una giornata particolarmente vivace per tutto il settore dei semiconduttori (Philadelphia semiconductor index +4,2%), si è messo in mostra ieri sul Nasdaq il chipmaker californiano Nvidia, balzato di oltre nove punti percentuali in scia a un upgrade di JPMorgan (da Neutral ad Overweight con tp rivisto da $265 a $255).



Nvidia: la promozione di JPMorgan

Nella nota, l'analista Harlan Sur giustifica la sua nuova tesi d'investimento con il ribasso del 36% subito dal titolo dal 1 ottobre, un arretramento da imputare ai timori su un indebolimento della domanda di GPU e dai dubbi del mercato sul fatto che la nuova piattaforma per il gaming dell'azienda possa rappresentare un catalizzatore nel breve termine.

Pur abbassando le sue stime per riflettere un rallentamento nel breve periodo delle vendite di GPU destinate ai videogiochi, il broker sottolinea che il momentum delle attività di Nvidia legate a supercomputer e datacenter "resta forte", ricordando nel frattempo che l'azienda resta "un punto di riferimento nei mercati secolari del Gaming, dei Datacenter e della guida autonoma."