Un finale di settimana con i fuochi d'artificio per Bper Banca che, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un rally di quasi il 6%, oggi sta mettendo a segno un rally ancora più esplosivo.

Bper Banca svetta sul Ftse Mib

Il titolo, che conquista la prima posizione nel paniere delle blue chips, con una evidente sovraperformance rispetto al Ftse Mib, negli ultimi minuti viene scambiato a 2,568 euro, con un rialzo dell'11,36% e oltre 9 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, ben sopra la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 5,27 milioni di pezzi.

Bper Banca spicca il volo oggi e amplifica il rialzo rispetto al Ftse Mib sulla scia delle novità annunciate nelle scorse ore.

Bper Banca: accordo con Intesa Sanpaolo su revisione prezzo sportelli

Il gruppo ha comunicato infatti di aver raggiunto un accordo con Intesa Sanpaolo che prevede una revisione del prezzo relativo all’acquisizione dei 400-500 sportelli che la stessa Intesa Sanpaolo verrà ad acquisire a completamento dell’offerta pubblica volontaria su UBI Banca.

Il meccanismo prevede che il multiplo che verrà riconosciuto per il ramo d’azienda in questione sarà il minore fra 0,55 volte il capitale allocato alla stessa e l’80% del multiplo in termini di CET1 implicito nella valutazione di Ubi Banca.

Bper Banca: focus di Equita su vantaggi e conseguenze accordo

In base ai calcoli di Equita SIM e ai prezzi attuali di Intesa Sanpaolo, Bper Banca dovrebbe investire circa 400 milioni di euro nell’acquisizione, rispetto ai 780 milioni previsti originariamente, con uno "sconto" ai prezzi attuali di Intesa Sanpaolo di 350/400 milioni di euro rispetto alla valutazione originaria.

Gli analisti della SIM milanese evidenziamo che lo sconto sul prezzo di acquisto degli sportelli permette a Bper Banca, a parità di CET1 post acquisizione, di diminuire di pari importo l’entità dell’aumento di capitale sul mercato, da 800 a circa 400 milioni di euro, di cui circa solo 300 milioni sul mercato, riducendo quindi il rischio di esecuzione del deal.

La revisione dei termini annunciata è indicativa secondo gli analisti dell'impegno delle parti di procedere nell’operazione, nonostante il peggioramento del contesto di mercato, a conferma della valenza strategica del deal sia per Intesa Sanpaolo che per Bper Banca.

In attesa di novità gli analisti di Equita SIM mantiene una view cauta su entrambi i titoli, con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo a 4,3 euro per Bper Banca e a 2,4 euro per Intesa Sanpaolo.

Bper Banca: per Kbw una bella mossa

Non molto diversa la strategia dei colleghi di Kbw che su entrambi i titoli non si sbilanciano, con un rating "market perform" e un target price a 1,44 euro per Intesa Sanpaolo e a 2,31 euro per Bper Banca.

La mossa di quest'ultima è positiva secondo gli analisti, i quali evidenziano che il gruppo dovrà approntare ora un potenziale aumento di capitale più contenuto per la transazione.

A detta di Kbw, l'obiettivo di Bper Banca sarà quello di puntare su un importo  equivalente al corrispettivo che sarà dovuto a Intesa Sanpaolo, vale a dire 500-600 milioni di euro, ai prezzi odierni, circa la metà di quanto avrebbe dovuto sborsare un mese fa.