David Zahn, Head of European Fixed Income di Franklin Templeton, spiega che la Brexit potrebbe essere rinviata di nuovo. L’Unione Europea ha concesso più tempo al Regno Unito per decidere in che modo intende uscire. Sebbene la misura possa impedire una “no-deal Brexit” a breve termine, il nostro Head of European Fixed Income, David Zahn, ritiene che sposti semplicemente i problemi nel futuro.

L’offerta dell’Unione Europa di rinviare la Brexit al 31 ottobre ha prolungato anche l’incertezza sull’intera vicenda. E i mercati finanziari odiano l’incertezza.

Secondo David Zahn questa offerta di proroga è un altro caso in cui le autorità la stanno tirando per le lunghe. Non sembra esservi alcun accordo su come giungere a una conclusione.

Il risultato più evidente è la persistente incertezza per i mercati. Questo probabilmente significa che la sterlina resterà sotto pressione, subendo i capricci delle notizie politiche del giorno. Mentre gli investitori attendono un esito, i titoli di Stato del Regno Unito resteranno verosimilmente ambiti.

Una “no-deal Brexit” rimane una possibilità.

Alla base della richiesta del Regno Unito di una proroga della Brexit e della concessione della UE sembra esservi il desiderio di evitare una no-deal Brexit.

Resta il fatto che una no-deal Brexit continua a essere una possibilità.

Anche se l’Europa ha concesso una proroga, questa deve ancora essere ratificata dal Parlamento britannico.