Al pari di quanto accade per le altre Borse, prosegue il buon momento per gli asset italiani che portano avanti il recupero partito dai minimi di fine maggio.

Ftse Mib ancora in rialzo e spread in calo

A Piazza Affari il Ftse Mib guadagna terreno per la quarta seduta consecutiva, salendo dell'1,05% in area 21.450 punti.

Buone notizie anche sul versante obbligazionario con lo spread BTP-Bund in flessione di quasi un punto e mezzo a 233,6 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni scende del 2,45% al 2,03%.

Tanto l'azionario quanto l'obbligazionario continuano a beneficiare dell'atteggiamento colomba mostrato dalla BCE e dalla Fed.

BCE e Fed molto accomodanti: il mercato apprezza

Nei giorni scorsi il presidente Draghi, nel discorso di apertura al Forum di Sintra, ha dichiarato che l'Eurotower potrebbe tagliare i tassi di interesse e anche far ripartire il piano di quantitative easing se necessario.

Il numero uno della BCE ha spiegato che rispetto al passato per un'azione di politica monetaria non sarà più necessario un peggioramento delle condizioni economiche, ma sarà sufficiente un'assenza di miglioramenti.

Indicazioni altrettanto accomodanti sono arrivate ieri dalla Fed che da una parte, come previsto, non è intervenuta sul costo del denaro ieri, lasciando però la porta aperta a possibili riduzioni dello stesso nei prossimi mesi.

Con Fed e BCE pressione al ribasso sui rendimenti dei titoli di Stato