Anche la seduta odierna si è rivelata piuttosto difficile per i titoli di Stato italiani, oggetto di nuove pressioni dopo le forti tensioni della vigilia.

Spread ancora in rialzo. BTP: nuovo sell-off, volano i rendimenti

Lo spread BTP-Bund si è allargato ulteriormente e pur ritracciando dai massimi intraday ad un passo dai 161 punti base, ha chiuso in deciso rialzo, con un rally del 4,34% a 153,7 basis points.

Nuove vendite sui BTP che hanno visto il rendimento a 10 anni mettere a segno un nuovo balzo in avanti.
Nel corso della seduta è stato raggiunto un picco all'1,387%, ma a fine giornata si è fermato all'1,271%, con un rialzo del 5,48%.

Un risultato comunque molto negativo, ancor più se confrontato con i rendimenti degli altri titoli di Stato europei che in chiusura si sono riportati a ridosso della parità.

BTP: i peggiori in Europa malgrado

A favorire un rientro delle tensioni nell'area euro hanno contribuito le dichiarazioni del presidente Trump, il quale ha dichiarato di non aver ancora accettato di rimuovere i dazi sui beni cinesi.

Tanto è bastato per far scemare un po' l'ottimismo che fino a qualche ora prima aveva dominato la scena in merito ad una possibile soluzione dello scontro commerciale tra Stati Uniti e Cina.

I BTP però hanno avuto la peggio, registrando una nuova impennata dei rendimenti, a dispetto della buona intonazione di Piazza Affari che è stata l'unica Borsa a chiudere in positivo oggi tra quelle europee.