Per venire incontro a famiglie e cittadini al momento in difficoltà nel comprare i generi alimentari, il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, nella serata di ieri, ha annunciato lo stanziamento di risorse per complessivi 400 milioni di euro

Buoni spesa o cessione diretta di generi alimentari per aiutare le famiglie in difficoltà

Questi soldi, con il supporto dei Comuni, serviranno proprio per aiutare le persone che non hanno i soldi per mangiare, e per questo gli aiuti consistono nella cessione di buoni spesa oppure nella fornitura diretta di generi di prima necessità in accordo con quanto è stato riportato dal sito Repubblica.it.

I 400 milioni di euro per i buoni spesa, ecco come saranno ripartiti

La distribuzione dei 400 milioni di euro che sono stati stanziati per i buoni spesa, riporta ItaliaOggi, avverrà per i Comuni in base alla loro dimensione demografica e all'indice di povertà. Al riguardo, quindi, è probabile che una quota elevata di queste risorse stanziate sarà destinata ai Comuni del Sud dove il disagio socioeconomico è palesemente maggiore.

Il Governo italiano anticipa ai Comuni pure altre risorse per 4,3 miliardi di euro 

Oltre ai 400 milioni di euro, che sono stati girati attraverso un'ordinanza della Protezione Civile, tutti i Comuni italiani riceveranno pure altri 4,3 miliardi di euro complessivi sotto forma di anticipo, pari al 66%, del Fondo solidarietà. In questo modo i Municipi avranno disponibilità immediata di risorse per i territori al fine di fronteggiare l'attuale fase di emergenza. Inoltre, il Presidente Giuseppe Conte ha fatto appello alle aziende della grande distribuzione affinché ...

'Aggiungano un 5 per cento o 10 per cento di sconto a chi fa la spesa con questi buoni spesa'.