Il calcolo bollo auto 2020, può essere eseguito dal sistema elaborato dall'ACI che sviluppa l’importo della tassa automobilista da pagare, in modo esatto e, soprattutto, in una manciata di secondi. Il proprietario del veicolo dovrà semplicemente indicare il tipo di veicolo, il numero corrispondente alla targa e, infine, scegliere la modalità con cui intende regolarizzare il pagamento. Un’operazione che può essere eseguita anche attraverso il portale dedicato al calcolo del bollo auto dell’Agenzia delle Entrate. Anche in questo caso, in pochi secondi e inserendo semplicemente la targa del veicolo, appare visualizzato l’importo da versare per il pagamento del bollo auto. 

Calcolo bollo auto 2020: le novità del lockdown

Indipendentemente dal fatto che il bollo auto è (forse) la tassa più polemizzata degli ultimi tempi e, al di là di ogni ragionevole dubbio che possa scaturire dall’ingiustizia di pagare una tassa, anche quando il veicolo non venga utilizzato, quindi, fermo per strada, in officina, in garage, oppure, in sosta sotto casa a causa del lockdown. Il bollo auto va pagato regolarmente così come dispone la normativa. Regolarizzare il pagamento della tassa automobilistica spetta al proprietario del veicolo nella regione di appartenenza. 

Sebbene, diverse Regioni hanno provveduto a differire al 30 giugno 2020 (salvo proroghe), il pagamento della tassa di possesso a causa dell’emergenza diffusione del contagio da SARS-CoV-2, resta il fatto che le scadenze si avvicinano. Il calcolo bollo auto è necessario al proprietario per sapere l’importo esatto da pagare. Un’operazione semplice che può essere richiesta anche presso vari operatori autorizzati come: agenzia di pratiche auto abilitate, Poste italiane, tabaccheria e così via. 

Perché è importante il calcolo bollo auto? Nel caso in cui il proprietario del veicolo si appresta a pagare un importo sbagliato, potrebbe dover pagare gli interessi sulla parte mancante. Infatti, anche a distanza di anni potrebbe arrivare un avviso di accertamento.  

Scadenze e proroghe della tassa automobilistica 

In linea generale, ma soprattutto in tempi diversi la scadenza del bollo auto (annuale) cadeva nel mese posteriore all'avvenuta data d'immatricolazione della vettura. Uno degli effetti dell’emergenza sanitaria da Covid-19 è stata la proroga delle date di pagamento della tassa automobilistica. Nello stesso tempo, sono slittanti i periodi dedicati al rinnovo delle patenti e delle revisioni dei veicoli. 

La proroga sulla scadenza del pagamento del bollo auto ha seguito uno schema frammentato, infatti, ogni Regione ha predisposto un piano di differimento proprio. Nello specifico, vi elenchiamo i rinvii Regione per Regione, quali: 

• Abruzzo - per le scadenze che cadono tra l’8 marzo e il 31 maggio, la proroga cade il 31 luglio 2020;

• Campania - per i pagamenti che ricorrono nelle date tra il 24 marzo e il 31 maggio, differita al 30 giugno 2020;

• Emilia Romagna - proroga al 30 giugno 2020 per le scadenze che capitano tra il 1° marzo e il 30 aprile;

• Piemonte, Toscana, Lazio – proroga al 30 giugno 2020 per le tasse automobilistiche che cadono tra il 1° marzo e il 31 maggio;

Lombardia – disposto la sospensione del pagamento al 31 ottobre 2020 scadenze tra marzo e settembre;

• Marche – rinvio del pagamento al 31 luglio 2020 scadenze tra l’8 marzo e il 31 maggio;

• Sicilia – bollo auto prorogato al 30 novembre 2020 per i pagamenti che capitano tra l’8 marzo e il 31 ottobre;

• Veneto – differite al 30 giugno 2020 le scadenze che cadono tra l’8 marzo e il 31 maggio.

Dose si paga il bollo auto?

Una delle novità introdotte dalla nuova normativa sul pagamento del bollo auto 2020 è il sistema di pagamenti elettronici PagoPa. Uno strumento nato al fine di velocizzare il servizio, rendendolo più “comodo” per gli utenti, ma nello stesso tempo, per stringere le redini sugli “evasori” del pagamento della tassa automobilistica, attraverso rapidi controlli. 

Tanti sono i servizi introdotti per il pagamento del bollo auto, tra cui: 

- canali bancari: sportelli ATM o Home Banking;

Poste italiane;

- punti Sisal e Lottomatica;

ACI online;

Agenzia delle Entrate online.