Come calcolare la Tasi 2019? Lunedì 17 giugno è l'ultimo giorno utile per poter versare l'acconto sulla Tasi 2019, per questo è bene fare chiarezza su come procedere al computo. Le novità previste per il corrente anno riguarda l’incremento delle tariffe, mentre tutto il resto rimane invariato rispetto allo scorso anno.  

Calcolo Tasi 2019: formula e caratteristiche dei coefficienti

La formula per calcolare la Tasi 2019 è la seguente:

  • rendita catastale x 1,05 (rivalutazione del 5%) x coefficiente catastale x aliquota /1.000

I principali elementi della formula sono: la rendita catastale; il coefficiente catastale; l’aliquota di riferimento.

Il coefficiente catastale cambia a seconda della tipologia dell'abitazione, i principali sono i seguenti:

  • per immobili da A/1 a A/11 (escluso A/10), come abitazioni di tipo signorile il coefficiente è 160;
  • per immobili A10, come uffici o studi privati il coefficiente è 80;
  • per immobili da B1 a B8, come ospedali, case di cura non a scopo di lucro, collegi, scuole, uffici pubblici, musei, gallerie, ecc. il coefficiente è 140;
  • per immobili C/1, quali negozi e botteghe il coefficiente è 55;
  • per immobili C/2, C/6, C7, come depositi, magazzini, stalle, scuderie il coefficiente è 160;
  • per immobili C/3, C/4, C/5, quali laboratori, locali sportivi, stabilimenti balneari e fabbricati il coefficiente è 140;
  • per immobili da D/1 a D/10 (escluso D/5) come alberghi, teatri, pensioni, ospedali, case di cura, opifici, etc. il coefficiente è 65.