Il 2020 sarà un anno critico per affrontare il cambiamento climatico in vista del meeting COP26 di Glasgow, e BMO Global Asset Management (BMO GAM) si è impegnata a intensificare il suo impegno con le aziende su questo tema, invitandole ad adottare obiettivi e strategie in linea con i target dell'Accordo di Parigi.

Con una storia ventennale nel campo dell’engagement (partecipazione attiva nelle aziende), e beneficiando dell'esperienza di un team di Investimento Responsabile composto da 17 membri, BMO GAM è uno dei principali investitori responsabili e uno dei membri fondatori dell'iniziativa Climate Action 100+. La sua attenzione al cambiamento climatico fa parte del suo più ampio programma di azionariato attivo per il 2020, che copre anche questioni quali la produzione alimentare, la salute pubblica e gli standard lavorativi.

Vicki Bakhshi, Director del Responsible Investment team di BMO Global Asset Management, ha detto: il mondo sta affrontando una crisi climatica. Sin da quando si è siglato l’accordo di Parigi, BMO ha prestato sostegno all’ambizioso traguardo di limitare il riscaldamento globale a ben al di sotto dei 2 gradi Celsius, e proseguire gli sforzi per limitare l'aumento a 1,5 gradi. Il prossimo decennio è assolutamente fondamentale per il raggiungimento di questi obiettivi. Le emissioni globali devono raggiungere il picco e diminuire per mantenere vive le possibilità di raggiungere i target di Parigi. Aspettare l'azione dei governi non è sufficiente - gli investitori e le aziende devono intraprendere azioni coraggiose e ambiziose.

Per BMO GAM questo significa usare la nostra influenza per coinvolgere le società in cui investiamo; offrire ai nostri clienti l'opportunità di investire in soluzioni in linea con tali obiettivi; e incoraggiare una forte azione da parte dei responsabili politici.