Ma a proposito di titoli in netta crisi ecco Banca Mediolanum (-3,70%). Il 2018 si sta rivelando un anno particolarmente complicato anche per Azimut (-3,05%), mentre in netta controtendenza, all’interno del settore del risparmio gestito, Finecobank (-0,06%) si mantiene su quotazioni stratosferiche.

Giornata decisamente negativa anche per Tenaris (-3,39%) che torna così sotto quota 16 euro, e dopo i massimi dell’anno, ritoccati alla vigilia, le vendite hanno colpito anche il colosso Eni (-1,68%).

Segnaliamo infine anche la nuova debacle di Salvatore Ferragamo (-2,91%) che lascia isolato il rimbalzo della vigilia.

Giancarlo Marcotti per Finanza In Chiaro

Sei un appassionato di trading?
Partecipa ai nostri webinar gratuiti: http://www.trend-online.com/webinar/