John Plassard, Investment Specialist del Gruppo Mirabaud, spiega che questa estate il Giappone ospiterà i Giochi Olimpici. Non è la prima volta nella storia del Paese. Le Olimpiadi di Tokyo del 1964 avevano contribuito a trasformare completamente il Giappone del dopoguerra, portando il Paese nel mondo moderno. E gli organizzatori dei Giochi del 2020 vogliono che l'evento produca cambiamenti positivi in Giappone. Ma una potenziale diffusione incontrollata del coronavirus potrebbe costringere il governo ad annullare i Giochi, con conseguenze economiche drammatiche per un Paese che sta disperatamente cercando di evitare una recessione.

Teoricamente, le Olimpiadi di Tokyo dovrebbero avere un impatto positivo sull'economia giapponese, grazie all'aumento del turismo estero e all'incremento degli investimenti nelle costruzioni. Per il Giappone, questo significa, ad esempio, creare itinerari che permettano ai turisti che vengono in Giappone per i Giochi Olimpici di viaggiare nelle aree regionali oltre a visitare l'area metropolitana di Tokyo.

Nel bilancio rivisto dei Giochi, gli organizzatori hanno rilevato un aumento di 300 milioni di dollari delle entrate previste, e hanno affermato che si aspettano di generare 5,9 miliardi di dollari, volti a coprire le spese dirette previste.

Ma ospitare i Giochi Olimpici comporta anche un costo. Il semplice fatto di essere tra i candidati ad ospitare l’evento implica dei costi per il Paese. Si stima infatti che Tokyo abbia già speso circa 62 milioni di euro prima ancora di essere scelta dal CIO.