La casa a Milano vale di più, +2% in un anno. In 21 zone i prezzi oggi sono più alti o uguali rispetto a cinque anni fa. In sintesi ecco chi beneficia della crescita: si allarga il centro verso le aree vicine e cresce la zona della cerchia dei Bastioni. Bene la zona universitaria di Bocconi e Cattolica – San Vittore, la zona intorno alla nuova Darsena, l’area di Gioia Pisani e la ex Fiera con i nuovi progetti immobiliari.

Segno positivo per il mercato immobiliare a Milano città nel 2018, +2%. Ripartono i prezzi delle case:  valgono 4.895 €/mq in media, +2% in un anno. Quanto si spende per l’acquisto? Si va da 9.821 €/mq del centro storico (+1% in un anno) a 7.722 mila €/mq della cerchia Bastioni (+2%), a 5.227 mila €/mq della cerchia Circonvallazione (+1,6%) a 3.141 €/mq della periferia (+1,7%). Sono questi i dati che emergono dalla “Rilevazione dei prezzi degli Immobili della Città Metropolitana di Milano” sul primo semestre 2018, realizzata dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, attraverso una Commissione di rilevazione composta dalle principali Associazioni di Categoria ed Ordini Professionali del settore e da FIMAA Milano Monza & Brianza (Confcommercio Milano).

Ecco le dieci zone in cui hanno beneficiato di più i proprietari. Per la valorizzazione per un appartamento nuovo di 60 mq, grazie all’aumento dei prezzi degli immobili in quella zona, si va dagli 11 mila euro di Fiera – Sempione ai 12 mila euro di Corvetto, Bligny, Porta Venezia e Brera, ai 15 mila di Solari, ai 18 mila di S. Vittore.  Al top con 24 mila euro in più la zona Leopardi – Pagano.