Cassa integrazione: novità in arrivo. Ecco cosa cambia e quando

La cassa integrazione sarà presente anche nel decreto aprile: arrivano alcune modifiche e spunta un nuovo strumento. Ecco tutti i dettagli e le indicazioni su come accedere agli aiuti.

Image

La cassa integrazione è senza dubbio uno dei provvedimenti più importanti adottati dal Governo per fronteggiare la crisi economica provocata dall'emergenza coronavirus.

A causa del lockdown deciso a marzo, milioni di italiani sono rimasti a casa e senza lavoro, motivo per cui è stato subito inserito l'ammortizzatore sociale della cassa integrazione nel decreto Cura Italia.

Cassa integrazione: come funzione e a chi spetta

Il provvedimento ha riguardato inizialmente tutti i lavoratori assunti con contratto subordinato prima del 23 febbraio scorso, ma in seguito è stata estesa anche a quelli assunti tra il 24 febbraio e il 17 marzo.

Nel decreto Cura Italia la cassa integrazione è stata attivata per nove settimane e arriva a coprire dunque fino al 30 aprile.

Mentre in tanti attendono ancora il pagamento del primo assegno, soprattutto con riferimento alla cassa integrazione in deroga che subisce i ritardi delle regioni nell'invio delle richieste all'Inps, il Governo sta ultimando la messa punto del decreto aprile.

Cassa integrazione anche nel Dl aprile: entro fine mese l'approvazione

L'approvazione di quest'ultimo sarebbe già dovuta avvenire, ma ha subito dei ritardi e ora sarà discusso a fine mese.

L'indicazione arriva dal dal Ministro per i rapporti con il Parlamento, Federico D'Incà, il quale ha dichiarato: "La prossima settimana voteremo il Documento di economia e finanza, poi voteremo lo scostamento, tra il 29 e 30 aprile. Poi in Consiglio dei ministri, il 30, delibereremo sul decreto di aprile".

Cassa integrazione: arriva la proroga. Come e dove chiederla

Come già anticipato da più parti, la cassa integrazione sarà presente anche nel decreto di aprile e sarà riproposta per altre 9 settimane, come annunciato dalla Ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo.

In tal modo si potrà coprire anche l'intero mese di maggio, ricordando che la domanda per accedere alla cassa integrazione può essere presentata sul sito dell’Inps, per periodi decorrenti dal 23 febbraio 2020 al 31 agosto 2020 e per una durata massima di 9 settimane.

Cassa integrazione: nuova procedura semplificata

Oltre alla proroga, nel decreto aprile dovrebbe essere contenuta un'altra importante novità per la cassa integrazione. Alla luce dei forti ritardi registrati nei mesi di marzo e aprile, in particolare per quella in deroga, che in molti casi non è stata ancora pagata, nel nuovo decreto sarà inserita una procedura semplificata.

L'obiettivo è quello di contenere al minimo i tempi di erogazione dell'ammortizzatore sociale e a tal fine nel decreto di aprile sarà modificata la modalità della domanda.

La cassa integrazione in sostanza potrà essere richiesta aggiornando semplicemente la domanda già inoltrata.

Cassa integrazione: in arrivo uno strumento nuovo

Le novità però non finiscono qui, visto che la Ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, ha fatto sapere di avere allo studio uno strumento nuovo che andrà ad affiancare la cassa integrazione.

Quest'ultima infatti ad un certo punto finirà e, come rivelato dalla Catalfo in un'intervista a Fanpage.it, si sta pensando ad uno strumento che "agisce mentre il lavoratore è ancora impiegato.

Il lavoratore che si vede ridurre l'orario di lavoro, del 50% o del 20%, manterrebbe il posto e potrebbe impiegare le ore che non fa per la formazione, con un vantaggio sia per lui sia per l'azienda che non ne dovrebbe sopportare il costo".