Quali sono le banche, che fino ad un massimo di 1.400 euro, anticiperanno ai lavoratori la cassa integrazione Inps per disoccupazione o comunque a causa del lockdown imposto per decreto a causa dell'emergenza coronavirus? Per consultare la lista banche che la pagano, aggiornata alla data dell'8 aprile del 2020, basta cliccare qui.

Lista banche pronte ad anticipare la cassa integrazione Covid-19 fino a 1.400 euro

Nella lista pubblicata dal sito notizieora.it figurano, tra le altre, tutte le primarie banche da Banca Mediolanum ad MPS, e passando per BNL, Banca Sella, Banco BPM, BPER Banca, Deutsche Bank, Banca Carige, Intesa Sanpaolo, UniCredit e UBI Banca.

CIG ordinaria, straordinaria e in deroga: ecco i moduli da scaricare

Per la richiesta della cassa integrazione, in base alle convenzione che l'Inps ha siglato con l'ABI, dopo il via libera da parte del Governo d'intesa con i sindacati, ci sono tre moduli, e precisamente quello per la Cassa integrazione in deroga, quello per la Cassa integrazione ordinaria, e quello per la Cassa integrazione straordinaria sempre in accordo con quanto è stato riportato dal sito notizieora.it.

Anticipo cassa integrazione ai lavoratori per una durata di nove settimane

Ricordiamo che, per ogni lavoratore avente diritto, l'anticipo della cassa integrazione fino a 1.400 riguarda un periodo di massimo 9 settimane così come è stato disposto dal Governo italiano, in data 22 marzo del 2020, con il Decreto Cura Italia.

Le banche, nell'anticipare le somme, rientreranno del denaro erogato a lavoratori grazie ai pagamenti diretti agli istituti di credito da parte dell'Inps. L'accredito della cassa integrazione, da parte delle banche aderenti, avviene su un conto corrente dedicato senza l'applicazione di costi, spese, commissioni o interessi a carico del lavoratore.