Seduta a dir poco spettacolare oggi per Cattolica Assicurazioni che ha guadagnato terreno per la quinta seduta consecutiva, ma oggi lo ha fatto con una vivacità sorprendente.

Cattolica Assicurazioni sfoggia un bel rally con volumi boom

Il titolo, dopo esserci lasciato alle spalle la sessione di venerdì scorso con un progresso di oltre il 2%, oggi ha messo a segno un poderoso rally, fermandosi a 4,11 6 euro, con un rialzo del 9,53%.

Esplosivi i volumi di scambio, visto che a fine seduta sono transitate sul mercato oltre 4,3 milioni di azioni, più del quadruplo della media degli ultimi 30 giorni pari a circa 930mila pezzi.

Cattolica Assicurazioni continua così a risalire la china dopo il tonfo accusato esattamente lunedì scorso, quando la giornata si era conclusa con un affondo di quasi il 17%.

Cattolica: estesi gli accordi bancassicurativi con Ubi Banca

Oggi il titolo si è infiammato sulla scia di un newsflow leggermente positivo, dopo che Cattolica Assicurazioni ha comunicato di aver concordato con Ubi Banca il posticipo al 30 giugno 2021 degli accordi bancassicurativi in essere, in scadenza al 31 dicembre 2020.

E' stato contestualmente posticipato il termine per l’eventuale comunicazione della disdetta degli accordi da una delle due parti interessate.

Gli analisti di Equita SIM evidenziano che Lombarda Vita rappresenta uno dei principali accordi bancassicurativi per Cattolica Assicurazioni, con una contribuzione all’utile 2019 di circa 29 milioni di euro e il suo mancato rinnovo, non rimpiazzato da partnership alternative, costituisce uno dei principali rischi sulla bottom line della compagnia.

Gli esperti ritengono che un rinnovo oltre il 30 giugno 2021 sia altamente improbabile in caso di successo dell’OPS di Intesa su Ubi Banca.

Cattolica: Equita commenta le ultime notizie

Equita SIM ricorda che nelle sue stime assume che Cattolica Assicurazioni sia in grado di mantenere un perimetro analogo a quello attuale anche nei prossimi anni.

Per gli analisti la notizia relativa al posticipo degli accordi bancassicurativi con Ubi Banca è marginalmente positiva, ma alla luce delle richieste IVASS sul rafforzamento patrimoniale, non cambia la loro view sul titolo.

Questo considerando il significativo rischio di overhang conseguente ad un aumento di capitale di dimensioni particolarmente rilevanti. Da non trascurare il permanere dell’incertezza sull’evoluzione degli accordi bancassicurativi.

Equita SIM fa notare che il titolo tratta con un rapporto prezzo-utili 2021E pari a 9,3 volte, incorporando un aumento di capitale da 500 milioni di euro.

Come detto prima gli analisti non si sbilanciano su Cattolica Assicurazioni, reiterando la raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo a 3,7 euro.

Cattolica Assicurazioni sotto la lente di Bca Akros

Simile l'indicazione arrivata venerdì da Banca Akros che da una parte ha confermato il rating "neutral" e dall'altra ha tagliato il target price da 6 a 3,5 euro.

Alla luce dei recenti rilievi dell'Ivass, gli analisti fanno sapere di prendere in considerazione per Cattolica Assicurazioni l'aumento di capitale da 500 milioni di euro richiesto.

Al contempo però fanno notare ch lo scenario è ancora incerto e ci sono margini per limitare questo importo, anche in ragione del fatto che la compagnia stava già considerando l'emissione di uno strumento Tier 1 da 200 milioni di euro.