I tempi per l'erogazione della cassa integrazione, da parte dell'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (INPS), sono troppo lunghi o comunque incompatibili rispetto all'attuale lockdown per coronavirus nel nostro Paese. Ed allora, per mettere prima i soldi nelle tasche dei lavoratori, la Cig cassa integrazione sarà anticipata dalle banche su conto corrente fino ad un massimo di 1.400 euro in accordo con quanto è stato riportato dal sito notizieora.it.

Anticipo cassa integrazione fino a 1.400 euro grazie ad accordo ABI-Sindacati

Le banche che anticiperanno la cassa integrazione ai lavoratori riceveranno poi gli importi erogati direttamente dell'Inps in forza ad un recente accordo che è stato trovato tra i Sindacati e l'ABI che, in rappresentanza degli istituti di credito, è l'Associazione Bancaria Italiana.

Perché è importante che ai lavoratori i soldi della Cig arrivino il prima possibile

Ricevere i soldi prima, per molti lavoratori rimasti a casa a causa del blocco delle attività produttive ritenute non essenziali, significa poter far fronte ai bisogni primari a partire dalla spesa alimentare, e passando per il pagamento di utenze, affitti o rate del mutuo.

Modulistica e documentazione richiesta dopo aver telefonato alla banca

Per ottenere l'anticipo della cassa integrazione, via telefono, il lavoratore deve contattare la banca e poi non solo compilare la modulistica richiesta, ma pure allegare documentazione aggiuntiva che, riporta altresì il sito notizieora.it, spazia dalla copia dell'ultima busta paga al documento di identità e codice fiscale, e passando per la lettera di autorizzazione all’Inps di effettuare l’accredito sul conto corrente cui è stato concesso l’anticipo della Cig, e la copia della dichiarazione, da parte dell’azienda, di aver avviato procedura di domanda per la cassa integrazione con la causale 'COVID-19'.