Ronnie Lim, Senior Engagement Specialist di Robeco, spiega che negli USA e nel Regno Unito si parla spesso del ruolo sociale più ampio ricoperto dalle aziende e della possibilità di rendere più solide queste realtà attraverso un approccio che consideri tutti gli  stakeholder. In Giappone, tuttavia, il concetto di dovere fiduciario è meno sviluppato, e le società giapponesi storicamente hanno sempre dato più peso a diversi portatori di interesse (dipendenti, clienti e fornitori) prima che agli azionisti, facendo affidamento ai keiretsu (gruppi di imprese) più che agli investitori per soddisfare i propri bisogni di finanziamento. Questo ha portato a una mancanza di trasparenza, di rendicontazione agli azionisti di minoranza, e di scarsa attenzione ai rendimenti per gli investitori. La nostra attività di engagement si concentra quindi su quattro obiettivi: il miglioramento delle comunicazioni con i mercati quotati attraverso una disclosure di maggiore qualità, una prospettiva chiara sulla strategia, una comunicazione più efficiente con gli investitori istituzionali; l’aumento del numero di membri indipendenti all’interno del board; la protezione dei diritti degli azionisti, allineando gli incentivi del management societario con quelli degli investitori; l’attenzione a una creazione di valore sostenibile, attraverso strategie finanziarie più solide di allocazione del capitale.

Sono stati fatti sforzi importanti per eliminare le asimmetrie informative tra management e investitori.  Nelle prime fasi dell’attività di engagement, gli incontri con le società erano spesso molto formali e su temi elevati. Con il passare del tempo stiamo notando una maggiore disponibilità da parte delle aziende giapponesi a discutere temi legati all’ESG, ad implementare standard di governance e ad accettare consigli sull’attività di reportistica. In alcuni casi l’engagement ci ha anche permesso di incontrare membri più importanti del management delle società. Il Giappone sembra aver recepito gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e le società sono disponibili a presentare i propri risultati in questo campo. Tuttavia, abbiamo l’impressione che alcune realtà utilizzino gli sforzi fatti in materia di sostenibilità per distrarre da una performance finanziaria non soddisfacente.