Le banche, a partire da quelle di medie e grandi dimensioni, propongono ai clienti tante tipologie di conti correnti, da quelli a consumo, con costi che salgono al crescere del numero di operazioni, a quelli cosiddetti a pacchetto che prevedono il pagamento di un canone mensile con un certo numero di operazioni incluse.

Conto corrente base per famiglie e pensionati a basso reddito

Esiste però una tipologia di conto corrente, peraltro non troppo pubblicizzata, che per legge è accessibile da parte dei pensionati e delle famiglie con redditi bassi in accordo con quanto è stato riportato dal sito notizieora.it. Si tratta, nello specifico, del cosiddetto conto corrente base che è sottoscrivibile rispettando dei limiti Isee e che, pur prevedendo servizi ridotti, spicca per il vantaggio di essere senza spese, senza oneri e senza commissioni.

Zero spese per il conto corrente di base rispettando il plafond di operazioni incluse

Nel dettaglio, annualmente il conto corrente di base è senza costi rispettando i seguenti limiti per quel che riguarda il numero di operazioni: massimo 36 bonifici, un massimo di 18 versamenti in contanti, 12 prelievi presso gli sportelli bancari e massimo 12 versamenti con assegni. Nel caso in cui il correntista del conto base dovesse superare queste soglie le operazioni extra saranno a pagamento.