Dai prelievi ai bonifici, e passando per i versamenti di denaro, nulla dal 2020 sfuggirà all'occhio vigile del Fisco che, in caso di rilevazione di anomalie e/o di movimenti sospetti, potrà prima avviare dei controlli, e poi far partire pure degli accertamenti fiscali in accordo con quanto è stato riportato dal sito notizieora.it.

Conti correnti 2020 banca e Poste Italiane, il Fisco ci spia 

In pratica il Fisco ci spia non solo sui conti correnti bancari, ma anche su quelli postali fermo restando che non tutti i movimenti faranno scattare la luce rossa ai piani alti dell'Agenzia delle Entrate. Nel dettaglio, in genere i movimenti sospetti sono quelli non ricorrenti e di elevato importo, quindi un bonifico, un prelievo o un versamento di denaro che è elevato in controvalore rispetto a quella che è la giacenza media.