La sindrome simil-influenzale causata dal Covid-19 sta cagionando la psicosi sia dentro che fuori i confini del Bel Paese.

Tuttavia il coronavirus non sta solo mettendo al tappeto la sanità pubblica italiana, ma interessando il comparto economico.

Le Borse di tutto il mondo sono “in rosso”: per questo gli economisti e gli esperti di finanza hanno iniziato a valutare i danni patrimoniali, che si potrebbero ripercuotere sul Bel Paese dopo il forte rallentamento delle attività economiche.

Coronavirus: Qual è la situazione economica?

Gli economisti hanno rivisto quelle che erano le iniziali stime del PIL del primo trimestre: si è passati da una stima di +0.1% ad una di -0.1%.

Questa previsione economica, unita a quella del quarto trimestre del 2019 pari al -0.3%, segnerebbe per l'Italia una recessione tecnica al termine del primo semestre di quest'anno.

Infatti, come sottolineato dagli economisti di Equita SIM, la Lombardia ed il Veneto, che sono le regioni ad oggi più colpite dal Coronavirus, sono anche quelle che rappresentano da sole il 30% del PIL italiano.

Coronavirus: Chi corre i rischi principali?

La pandemia coronavirus andrà a colpire indistintamente tutti i cittadini e tutta l’economia nazionale, ma vi sono alcune classi che risentiranno maggiormente della psicosi che si sta diffondendo negli ultimi tre giorni.

Va da sè che le società legate ai flussi turistici o all’organizzazione di eventi risentiranno fortemente delle limitazioni dell'economia.