Wall Street ha registrato una chiusura in calo, nel giorno del Columbus Day, dopo i record reiterati delle ultime settimane.

La situazione a Wall Street

Volumi sottili in vista dell'arrivo della nuova stagione delle trimestrali che partirà con i grandi nomi di BlackRock, Citigroup, Bank of America e Wells Fargo. Tradotto in numeri, l'ultima seduta del Dow Jones ha visto un saldo dello 0,06%, a quota 22.761,07 punti mentre l'S&P 500 ha chiuso a 0,18% pari a 2.544,73 punti e il Nasdaq ha lasciato sul terreno lo 0,16%, a quota 6.579,73 punti. Ma questo non spaventa gli analisti che guardano con favore ad un determinato settore che è proprio quello bancario. La conferma arriva da Ubs che ricorda come in questo momento sia essenziale puntare a quei titoli che si troverebbero sulla rampad i lancio con la riforma fiscale Usa e la deregolamentazione già in atto, il tutto sullo sfondo di una crescita economica nazionale confermata da un Pil al 3,1%. UBS, quindi, consiglia nomi come Jp Morgan (buy t.p 104 dollari), US Bancorp (buy t.p 58 dollari), KeyCorp (buy con tp 22 dollari) mentre per Bank of America, Citigroup, Wells Fargo, Pnc Financial, BB&T e Sun Trust il rating non va ltre il Neutral. L'ottimismo di UBS è condiviso anche da Rbc Capitals Markets, che per le banche Usa parla di una crescita media dell'utile per azione pari al 6,8%. I titoli con rating outperform, secondo le loro proiezioni, sono Northern Trust, Morgan Stanley, JPMorgan, Citigroup, Bank of America, Wells Fargo, U.S. Bancorp, M&T Bank, BB&T, KeyCorp, SunTrust Banks e Fifth Third. Anche Société Générale vede di buon occhio i bancari a stelel e strisce e conferma il buy su Jp Morgan, (t.p 104 dollari, e Bank of America (t.p 32 dollari).