Per il Bitcoin si affaccia il rischio di nuove discese dopo il nuovo crollo flash abbattutosi nella giornata di ieri su tutto il mercato delle criptovalute: un pesante tonfo a due cifre che ha visto la regina delle monete elettroniche rompere con decisione al ribasso importanti supporti e scivolare in poche ore da oltre 8.200 a meno di 7.400 dollari.

Criptovalute, Bitcoin inciampa su Libra: crollo flash sotto 8.000

Al momento, le quotazioni di BTC sembrano essersi stabilizzate intorno a quota 7.450 contro il biglietto verde, peraltro vicino ai minimi dallo scorso maggio e lontanissimo ormai dal massimo dell'anno, toccato a giugno in area 13.800 dollari. Ma come segnalano diverse testate specializzate gli ampi ribassi delle ultime ore hanno acceso un campanello d'allarme tra gli esperti del settore rispetto alla possibilità di un ulteriore indebolimento dei prezzi.

Criptovalute, BTC rischia crollo a 6.000 prima di una ripresa?

Joel Birch, fondatore della startup Lunar ha ad esempio dichiarato in un'intervista a Forbes, pur precisando di essere ancora ottimista in prospettiva sul Bitcoin in vista soprattutto dell'atteso halving del prossimo anno, che non è da escludere nell'immediato che BTC possa sprofondare fino a 6.000 dollari prima di una nuova risalità