Il CTCU, Centro Tutela Consumatori Utenti, ha reso nota l'intenzione di avviare una class action nei confronti del Banco BPM per la questione relativa alla vendita dei diamanti da investimento

Perché il CTCU promuove class action contro Banco BPM 

L'Associazione ha infatti incaricato il proprio legale per l'avvio della vecchia class action, e non di quella che è stata appena approvata dal Parlamento italiano in quanto è accessibile solo per le infrazioni commesse dopo la sua entrata in vigore. Il CTCU vuole avviare la class action in virtù del fatto che, rispetto ad altri istituti di credito coinvolti, che hanno rimborsato integralmente gli investitori, Banco BPM ...

'Ha proposto transazioni per percentuali notevolmente inferiori'. 

I reati contestati per la truffa sui diamanti da investimento

Con l'azione legale, alla quale gli investitori in diamanti coinvolti possono aderire da questo link, il CTCU punta non solo al risarcimento integrale dei danni per i risparmiatori, ma anche all'eventuale costituzione di parte civile, nel procedimento penale che si dovesse instaurare, con l'intento di chiedere ed ottenere pure il risarcimento da danno morale legato ai reati contestati che in particolare, a carico di una settantina di persone, e di cinque intermediari, spaziano dalla truffa aggravata all'autoriciclaggio sulla vendita dei diamanti, attraverso i canali bancari, a prezzi superiori rispetto al loro valore effettivo di mercato.