La seduta di ieri ha visto un andamento molto altalenante: dopo una partenza positiva, influenzata dai mercati statunitensi in continuo record, hanno deciso di virare verso il segno meno.

La situazione 

► A salvarsi è stato solo il Dax30 che, come scritto nel close è salito dello 0,36%, mentre il Cac40 e il Ftse100 sono scesi rispettivamente dello 0,21% e dello 0,03%. Ad avere la peggio è stata Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 19.439 punti, in calo dello 0,73%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 19.785 e un minimo a 19.407 punti.


► Come accennato, la benzina è stata fornita dal fronte statunitense con gli indici che hanno visto record storici sia per il Dow Jones, che per il Nasdaq che per l'S&P500 (la panoramica)

► In primo piano i dati macro riguardanti, nello specifico