La recente guerra delle capitalizzate ha portato Apple a vincere il primo premio (ad agosto) con un trilione di dollari e a rafforzarlo (ad ottobre). Purtroppo, a causa della Cina e degli emergenti in generale, il primato è stato perso.

Chi vince?

Ma oltre al danno si è vista la beffa: a rubargli il primo posto è stata la sua rivale di sempre, Microsoft  (NASDAQ: MSFT). Non solo, ma la creatura di Bill Gates potrebbe presto premiare i suoi azionisti con un dividendo in crescita. E’ quanto sostiene Ashraf Eassa. Nel suo report ricorda, tra le altre cose, che negli ultimi cinque anni, il prezzo delle azioni della compagnia è quasi triplicato. Un aumento che si è tradotto anche in premi per gli investitori. Alla fine del 2013, il dividendo trimestrale di Microsoft era di $ 0,28 per azione. Oggi si attesta a $ 0,46, in aumento del 64% in cinque anni.

Uno sguardo al futuro

Stando, però, all’analisi, il dividendo di Microsoft non solo è forte ma anche sostenibile sul lungo periodo grazie ad una crescita aziendale sottostante altrettanto sana. Il paradosso? Proprio il fatto che Microsoft, da molti visto come un dinosauro in estinzione, ha riscoperto un mercato del PC che in estinzione non era. Anzi, le proiezioni evidenziate da Assaf sottolineano una fase di stabilizzazione dopo anni di declino. Non solo, ma ha fatto sua la prima regola delle società hitech: resilienza ed innovazione. In altre parole: adattamento. Ecco allora spiegato il potenziamento del suo ramo cloud con Azure le cui entrate sono aumentate del 76% su base annua lo scorso trimestre.