A Piazza Affari la seduta odierna prosegue in frazionale rialzo per Enel che, pur mostrando minore forza rispetto al Ftse Mib, riesce a mantenersi a galla, spuntando l'unico segno più nel settore delle utilities, segnato dalla debolezza.

Enel strappa l'unico segno più nel settore utility

Il titolo, che sale per la terza seduta di fila, dopo aver guadagnato ieri quasi un punto percentuale, oggi mostra un andamento più cauto.

Negli ultimi minuti Enel viene fotografato a 6,749 euro, co un progresso dello 0,28% e oltre 6,3 milioni di azioni trattate fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 26 milioni di pezzi.

Enel pronta ad incrementare quota in Enel Chile

A catalizzare l'attenzione su Enel e a dare un parziale sostegno al titolo sono le ultime novità arrivate dalla società che ha reso noto di aver stipulato due contratti di share swap con un istituto finanziario per aumentare la sua partecipazione nella controllata Enel Chile Sa, fino ad un massimo del 3% del capitale rispetto all'attuale 61,9%.

In virtù di queste operazioni il colosso elettrico potrà acquisire, in date che si prevede ricorrano entro il quarto trimestre del prossimo anno, fino a 1.763.747.209 azioni ordinarie di Enel Chile e fino a 6.224.990 American Depositary Shares di Enel Chile, ognuna delle quali è equivalente a 50 delle suddette azioni ordinarie.

Il numero di azioni ordinarie e Ads di Enel Chile effettivamente acquistati da Enel dipenderà dalla capacità dell'istituto finanziario che agisce quale controparte, di effettuare le previste coperture nell'ambito delle operazioni di share swap.