La seduta odierna prosegue nel segno della volatilità per ENI che, dopo quatro giornate consecutive in calo, sta provando a mantenersi a galla oggi.

ENI in controtendenza. Ignorati i cali dl Ftse Mib e del petrolio

Il titolo, dopo aver ceduto oltre mezzo punto percentuale ieri, ha avviato gli scambi in lieve rialzo oggi, per poi invertire la rotta e scendere a toccare un minimo a 8,37 euro.

Da questo bottom è partito un recupero che ha visto ENI azzerare le perdite e spingersi poco sopra la parità.

Negli ultimi minuti il titolo vine fotografato a 8,481 euro, con un frazionale rialzo dello 0,21% e oltre 6,7 milioni di azioni transitate sul mercato fino ad ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 18 milioni di pezzi.

ENI oggi sale in controtendenza rispetto al Ftse Mib e non sembra risentire del ribasso accusato dal petrolio che viaggia in calo dell'1,06% a 41,2 dollari.

ENI: incremento potenziale idrocarburi in Vietnam

Il titolo è finito sotto la lente di Equita SIM dopo che ieri ENI ha comunicato che il pozzo esplorativo Ken Bau-2X, nel Blocco 114 nell’offshore del Vietnam,  ha confermato la presenza di idrocarburi associata alla scoperta di Ken Bau, incrementandone il potenziale.

ENI ha fatto sapere che le stime preliminari dell’accumulo indicano una scoperta compresa tra circa 200 e 250 miliardi di metri cubi di gas grezzo in posto con 400-500 milioni di barili di condensato associato.

La scoperta di Ken Bau rappresenta un’opportunità per rifornire il crescente mercato del gas in Vietnam. Eni Vietnam è l’operatore del Blocco 114 con il 50% di partecipazione, mentre Essar E&P detiene il rimanente 50%.

ENI: Equita commenta le ultime notizie

Nella nota diffusa oggi Equits SIM evidenzia che ENI continua a mostrare le proprie capacità esplorative anche in un periodo molto difficile per il prezzo degli idrocarburi.

La quantità di gas e condensati ritrovati è di sicuro rilievo. In condizioni di prezzi "normali" di gas, la scoperta avrebbe potuto aggiungere circa qualche centinaio di milioni di dollari di valore al portafoglio upstream di ENI.

Tuttavia, il livello molto compresso su scala globale del prezzo del gas rende più complicato attribuire un valore a questa scoperta e ai ritorni potenziali del progetto.

ENI: analisti bullish. Potenziale di upside di quasi il 30%

La SIM milanese mantiene una view bullish su ENI, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 11 euro, valore che implica un potenziale di upside di quasi il 30% rispetto alle quotazioni correnti di Borsa.