Video dedicato all’Europa e all’euro, ovviamente con un particolare focus sugli aspetti economici.

Il problema è sempre quello, l’eurexit e l’Italexit, ossia l’uscita dalla zona euro e quindi il ritorno ad una moneta nazionale, e l’uscita dall’Unione europea.

Forse sarà scontato, ma non mi sembra inutile ricordare che l’Italexit implica l’eurexit, mentre non vale il contrario, ossia l’eurexit non implica l’Italexit.

In pratica si può uscire dall’euro rimanendo all’interno dell’Unione europea, ci sono infatti ben otto Stati che fanno parte dell’Unione europea pur avendo mantenuto la loro moneta, ma tutti gli Stati che hanno aderito all’euro fanno parte anche dell’Unione europea.

Allora ho già sottolineato che la Brexit è risultato il primo caso di uscita da parte di uno Stato dall’Unione europea, visto che il Regno Unito aveva mantenuto la propria moneta e quindi non era mai entrato a far parte dell’eurozona.

E come tutti sappiamo non è stata una passeggiata, visto che il referendum con il quale i britannici hanno optato per il “leave”, ossia l’andarsene dall’Unione europea, risale al 2016.

Ebbene l’uscita dall’euro è evidente che sarebbe un’operazione molto, ma molto più complicata, gli aspetti economico/finanziari, infatti, renderebbero il tutto senza dubbio più macchinoso e si moltiplicherebbero i motivi di dissenso, insomma dai … quando ci sono di mezzo i soldi trovare un accordo è decisamente più complicato.