Roberto Gualtieri, ministro del Tesoro, sulla lotta all'evasione fiscale, secondo IlGiornale.it, ha gettato la maschera. Intervenendo a Di Martedì sulla rete televisiva La7, il ministro senza giri di parole ha infatti dichiarato che l'Agenzia delle Entrate farà controlli incrociati sui dati, il che secondo il Quotidiano significa che nelle prossime settimane le verifiche fiscali saranno a tappeto a carico dei contribuenti che, di conseguenza, dovranno prepararsi ad una nuova stagione serrata di controlli.

Controlli fiscali e privacy, con la manovra 2020 cambia tutto

In materia di privacy, tra l'altro, il ministro Gualtieri ha messo in evidenza come ad oggi il Fisco italiano abbia più limitazioni, nell'effettuare controlli attraverso i dati incrociati, di colossi del web come Google e Facebook. Ma ora, con le nuove misure che sono contenute nella manovra 2020 del Governo giallorosso, i contribuenti secondo IlGiornale dovranno rassegnarsi nel cedere una quota della loro privacy al fine di darla in pasto al Fisco.