Come se ciò non bastasse, anche il Bitcoin, la principale moneta virtuale, non accenna a riprendersi dal crollo raggiungendo il livello più basso dell'anno con un -22% in soli 7 giorni. E questa non è certo una buona notizia per Nvidia. La società ha riportato risultati sul terzo trimestre che hanno mancato le aspettative degli analisti. Secondo quanto dichiarato da Morgan Stanley a dare una spallata è stata la “sbornia da cripto” ovvero l'esposizione al settore, aumentata palesemente dopo la bolla del bitcoin, bolla che, viste le quotazioni, sembra essersi definitivamente sgonfiata.