Facebook vola a Wall Street sull'onda di conti trimestrali ancora una volta robusti e superiori ai pronostici del mercato.

Facebook scaccia i fantasmi con una trimestrale da 10 e lode

Il titolo è balzato di quasi il 5% ieri sera, nelle contrattazioni after-hours di Wall Street, dopo che il gigante dei social ha comunicato a mercati chiusi di aver archiviato il terzo trimestre 2019 con un utile per azione a 2,12 dollari, in crescita di quasi il 19% anno su anno, su ricavi aumentati del 29% a 17,65 miliardi: il consenso Refinitiv pronosticava utile per azione di 1,91 dollari e ricavi a 17,37 miliardi.

Facebook: ricavi e utili trimestrali sopra le attese del consenso 

Bene anche la voce sugli utenti attivi giornalieri (DAU), a 1,62 miliardi contro gli 1,61 miliardi attesi dagli analisti, quella sugli utenti attivi mensili (MAU), a 2,45 miliardi (+1,65%) e perfettamente in linea con le aspettative, e il dato sui ricavi medi per utente, pari nei tre mesi a 7,26 dollari a fronte della previsione di 7,09 dollari fornita dal consenso FactSet.

Facebook, il commento di Zuckerberg

“Abbiamo avuto un buon trimestre e la nostra comunità e le nostre attività continuano a crescere", ha detto nella conference call con gli analisti il CEO, Mark Zuckerberg, che ha quantificato inoltre in 2,8 miliardi (dai 2,7 miliardi del secondo trimestre) il numero di coloro che utilizzano mensilmente una delle app del gruppo: oltre all'ammiraglia Facebook, anche Whatsapp, Instagram e Messenger.

Facebook cresce nonostante i guai, ma vede nubi all'orizzonte