L'obbligo della fattura elettronica potrebbe essere introdotto pure per i contribuenti forfettari, ovverosia per quelli che, in possesso di partita Iva, pagano un'imposta secca e sostitutiva al 15% a patto che i ricavi o i compensi annuali siano non superiori ai 65mila euro

Governo giallorosso, stretta anti-evasione sulle partite Iva forfettarie

E' questa una delle misure anti-evasione, ed anti-elusione, che è allo studio da parte del Governo giallorosso, e che potrebbe interessare ben 2 milioni di partite Iva che, attualmente sotto il regime della cosiddetta flat tax, sono esclusi dall'obbligo di emissione delle e-fatture

2 milioni partite Iva tremano, presto dovranno prendere confidenza con Fatture e corrispettivi?

La buona notizia, contrariamente ad ogni indiscrezione e speculazione sulla flat tax per le piccole partite Iva, fortemente voluta dalla Lega di Matteo Salvini, ora all'opposizione, è che il regime forfettari al 15% non sarà toccato. Ma nello stesso tempo, introducendo la fattura elettronica obbligatoria, ci sarà un inasprimento degli adempimenti a partire dal fatto che piccoli imprenditori e lavoratori autonomi saranno chiamati a dover prendere confidenza, dal sito Internet dell'Agenzia delle Entrate, con la piattaforma 'Fatture e corrispettivi' e con i relativi software in accordo con quanto è stato messo in risalto da 'Il Sole 24 Ore'.