In piena stagione dichiarativa, dal prossimo 1 luglio del 2019 scatteranno importanti novità, in materia di adempimenti fiscali, che riguardano, nello specifico, gli scontrini con il passaggio dal cartaceo al telematico, e la fattura elettronica per la quale sono previsti tempi di emissione da rispettare rispetto alla data dell'operazione.

Dagli scontrini cartacei al telematico, le novità per gli esercenti 

Nel dettaglio, quello dell'1 luglio del 2019 rischia di essere un lunedì choc per gli esercenti se questi non si troveranno preparati all'appuntamento con il passaggio dallo scontrino cartaceo a quello elettronico. Da luglio la novità riguarderà gli esercenti con ricavi che superano la soglia dei 400 mila euro annui, in accordo con quanto riporta ilsole24ore.com, ma dal 2020 l'obbligo sarà anche a carico degli esercenti con un giro d'affari più basso. In pratica con lo scontrino elettronico scatta, a carico degli esercenti, l'obbligo di memorizzazione e di invio dei corrispettivi all'Agenzia delle Entrate.