Una maxi frode da oltre 100 milioni di euro con ben 650 indagati accusati a vario titolo di far parte di una organizzazione criminale che, ramificata sul territorio, era dedita all'emissione di fatture false, al riciclaggio ed all'auto-riciclaggio

Maxi frode da oltre 100 milioni di euro, coinvolti pure imprenditori e commercialisti





A svelare la maxi frode è stata un'inchiesta che, riporta IlSole24Ore, è stata portata avanti dai pm di Roma e dal Nucleo di polizia valutaria della Guardia di finanza, e che ha fatto emergere, tra tasse e contributi, un'evasione pari complessivamente a ben 109 milioni di euro

Come accade in questi casi, tra imprenditori e commercialisti, sono finite tra gli indagati pure persone insospettabili per un giro di fatture false stimato in 78 milioni di euro attraverso il classico sistema delle società cartiere, mentre per il riciclaggio si parla di 55 milioni di euro sebbene potrebbe trattarsi di stime per difetto.