L'ondata di vendite che si sta abbattendo oggi su Piazza Affari non interessa solo i titoli del settore bancario, visto che sta mettendo ancor più sotto pressione i protagonisti del comparto industriale.

Fca piomba sui minimi di agosto 2017

Tra gli altri perde terreno Fca che arretra per la quarta seduta di fila, allontanandosi da area 12 euro e riportandosi sui minimi del 23 agosto 2017, con una sottoperformance rispetto all'indice Ftse Mib.

Dopo aver chiuso la sessione di ieri con un calo di quasi un punto percentuale, il titolo oggi accusa una flessione ancora più ampia, cedendo il 2,75% a 11,454 euro, sui minimi intraday, con oltre 3,4 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 10,5 milioni di pezzi.

Fca paga pegno a crescenti tensioni sui dazi

Fca risente della pessima intonazione del settore industriale, penalizzato non solo dalla negatività generale del mercato, ma anche e soprattutto dai crescenti timori sui rapporti commerciali tra Stati Uniti e Cina, le cui prospettive appaiono sempre meno incoraggianti dopo i rinnovati scontri tra i due Paesi.

Fca punta sul Brasile: piano di investimenti da 4 mld di dollari

Intanto su Fca non hanno alcuna presa le ultime dichiarazioni dell'AD, riportate da Bloomberg, da cui si è appreso che il gruppo sta puntando sull'America Latina e in particolare in Brasile.

Proprio in terra carioca Fca introdurrà nuovi modelli e procederà ad ampliare la capacità dei due impianti esistenti, nell'ambito di un piano di investimenti da 4 miliardi di dollari per riconquistare quote di mercato in Brasile.