Critico il presidente dell'Anfia: a rischio le vendite di auto

Si tratta indubbiamente di una cattiva notizia per il settore automobilistico italiano che già negli ultimi mesi ha mostrato segnali di debolezza. A tal proposito il presidente dei componentisti dell'Anfia, Marco Stella, si è mostrato molto critico, parlando di un provvedimento elitario.

A suo dire con il provvedimento allo studio del Governo si rischia una contrazione delle vendite a doppia cifra per il mercato italiano, dato che le tasse colpirebbero anche una fascia di modelli di gamma medio-bassa.

Come approcciare un titolo in difficoltà come Fca?

Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com

La posizione della Cgia di Mestre

Dura anche la posizione della Cgia di Meste che boccia l'idea di una ulteriore tassazione sulle auto, spiegando che a pagare un conto sarebbe anche una buona parte degli addetti che trovano lavoro nel settore dell'autoriparazione. L'incentivo dell'elettrico a scapito di quella a benzina e diesel farebbe crollare il fatturato di molte officine, visto che le auto elettriche hanno pochissime parti mobili.