Complice anche l'andamento debole del Ftse Mib, in quest'ultima seduta della settimana si interrompe il recupero messo a segno da Fca nelle ultime tre sedute.

Fca in ribasso dopo tre sedute in salita

Il titolo, dopo aver chiuso la giornata di ieri con un progresso di oltre un punto percentuale, quest'oggi ha provato a dare un seguito al rialzo, avviando gli scambi in salita.

Dopo un'apertura a 13,34 euro, che corrisponde al massimo odierno, Fca ha dato vita ad un movimento a passo di gambero, cambiando direzione di marcia e scivolando in territorio negativo.

Il titolo, pur avendo tentato un recupero dai minimi in direzione della parità, è tornato a perdere posizioni, presentandosi negli ultimi minuti a 13,086 euro, con un calo dell'1,19% e oltre 4,5 milioni di azioni scambiate, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a poco più di 10 milioni di pezzi.

A pesare sull'andamento del titolo sono alcune prese di profitto sulla scia della negatività dell'indice Ftse Mib e dopo il recupero messo a segno nelle ultime tre sedute.

Europa: vendite auto ancora in calo ad aprile

La flessione odierna di Fca è condizionata però anche dai dati relativi alle vendite di auto in Europa che hanno evidenziato ancora debolezza nell'ultima mese.

Ad aprile infatti il mercato dell'auto ha registrato un calo dello 0,5%, con immatricolazioni per quasi 1,35 milioni di veicoli, registrando l'ottava flessione consecutiva.

La domanda è stata trainata soprattutto dai Paesi dell'Europa centrale e con riferimento ai cinque mercati principali si è registrata una crescita in Spagna, in Italia e in Francia, mentre Germania e Regno Unito hanno accusato una flessione.