L’esordio di ieri a Wall Street della grande protagonista, FCA si è risolto in una mezza delusione: dopo un’apertura al rialzo che è partita dai 9 dollari previsti, ha visto un calo piuttosto deciso sia sulla borsa italiana che su quella statunitense. Da sottolineare che la performance nella prima seduta è poco più che un simbolo, quindi non dovrebbe scoraggiare, anche perchè a Wall Street Fiat (o FCA, forse è meglio), si presenta come comparsa che dovrà conquistarsi ogni posizione per competere con colossi mondiali i cui ricavi equivalgono al Pil di intere nazioni, vedasi Apple, o contro concorrenti che hanno fatto la storia dell'automobile ma anche della società statunitense e dell'industria mondiale, leggi Ford e le sue catene di montaggio.

Auto verdi e benzina

Quello che Marchionne ha definito “un successo storico”, però, è stato anche aiuto dalla sorte. Infatti il traguardo del superamento di Toyota nelle vendite sull’ultimo trimestre è nato anche (o soprattutto?) dal fatto che l’amministrazione Obama ha dato il via, da tempo, a una campagna a favore di automobili meno inquinanti se non addirittura ibride, in contemporanea, però, si è registrata anche la rivoluzione dello shale gas e la sfida dell’Arabia Saudita di voler abbassare i prezzi. Questi fattori, uniti anche alla nascita di focolai di vendita “in nero” da parte delle milizie islamiche dell’Isis e ad altri fattori contingenti, tra i quali una ripresa economica finalmente arrivata su Washington, ha permesso di far scendere il prezzo del petrolio sotto i 90 dollari al barile e da qui la spinta alle classiche automobili, piuttosto che alle tecnologie “alternative”.

Un problema, questo, che riguarda un po’ tutto il settore, ossia riuscire a coniugare le esigenze di consumi ecocompatibile ed ecosostenibili con la forza delle vecchie tecnologie e la necessità, a volte, di riqualificare intere filiere produttive. I grandi nomi come Mercedes e Porsche, passando per Bmw, hanno già ritenuto utile puntare su prestazioni potenziate, in base ai consumi ottimizzati.