Seduta decisamente positiva per le Borse europee, ma anche poco volatile per il nostro Ftse Mib (+0,66%) che al fixing ha fatto segnare praticamente la stessa quotazione dell’apertura.

Positive, anche se con guadagni più contenuti le altre Piazze europee: Londra (+0,3%), Parigi (+0,3%) e Francoforte (+0,4%).

A sorreggere il nostro indice principale i titoli del comparto petrolifero, in vetta alla classifica odierna troviamo infatti Saipem (+3,27%), mentre sul terzo gradino del podio troviamo Tenaris (+2,71%), quasi un punto percentuale di guadagno anche per il colosso Eni (+0,96%).

Da segnalare poi il sesto rialzo di fila per Moncler (+2,79%) che aggiorna il nuovo massimo dell’anno.

Conclude sul massimo di giornata, avvicinandosi nuovamente a quota 9 euro, Campari (+2,52%) che non ci stupiremmo voglia dare nuovamente la scalata ai massimi storici stabiliti poco più di un mese fa.

Riconquista quota 15 euro Stmicroelectronics (+2,46%) che ha preceduto Ferrari (+2,29%) il cui nuovo massimo assoluto ormai non fa più notizia, il titolo ha fatto segnare al fixing quota 143 euro tondi tondi.

Mettono a segno rialzi superiori ai due punti percentuali Pirelli (+2,16%) e Prysmian (+2,13%) ed ecco allora che entrambi i titoli consolidano il rimbalzo in atto.

Il nostro Ftse Mib è stato frenato dalla debolezza del comparto bancario: Ubi Banca (-1,62%), Intesa Sanpaolo (-0,86%), Banco BPM (-0,64%), Unicredit (-0,53%), Mediobanca (-0,32%) e Bper Banca (-0,11%).

Al momento rimangono positivi i principali indici a stelle e strisce anche se i guadagni si sono ridotti rispetto a quelli fatti segnare in apertura.