Fiat: cresce la quota di mercato in Europa. Gli esperti vedono di buon occhio il titolo

A fronte di unna performance negativa del settore di riferimento, il Lingotto ha visto crescere le sue vendite del 2%, con una market share che muove verso il 10%. Il commento dei brokers.

A Piazza Affari gli investitori puntano nuovamente i riflettori su Fiat che già nelle scorse giornate è stato al centro dell’attenzione dopo il via libera della Corte Suprema Usa all’acquisizione di Chrysler. Una notizia che era stata già scontata dal titolo che di fatto non è riuscito a superare la soglia degli 8 euro, da cui si sta progressivamente allontanando. Nella seduta di ieri le azioni del Lingotto hanno lasciato sul parterre oltre quattro punti e mezzo percentuali, ma le vendite proseguono anche oggi dopo il fallito tentativo rialzista compiuto in avvio di seduta. Fiat ha infatti avviato gli scambi in progresso, con un rialzo di oltre un punto e un massimo a 7,585 euro, da cui però ha ripiegato scendendo fino a 7,33 euro. Da questo livello si è avuto un parziale recupero che vede ora il titolo passare di mano negli ultimi minuti a 7,39 euro, con una flessione dellì1,47% e oltre 18 milioni di azioni scambiate. Il titolo non riesce a beneficiare delle buone notizie arrivate relativamente alle vendite di auto in Europa, dove per il tredicesimo mese consecutivo è stato riportato un calo. A maggio infatti le immatricolazioni nel Vecchio Continente sono scese del 4,9%, mostrando però una frenata rispetto alla contrazione registrata nei mesi precedenti. Ancora una volta il Lingotto è riuscito a distinguersi, con una performance in controtendenza che lo ha portato a vendere 116.243 auto in crescita del 2%. Un simile risultato ha permesso di migliorare ulteriormente la quota di mercato, che si è attestata al 9,2% rispetto all’8,5% dello stesso mese dello scorso anno. Se si considera solo l’Europa occidentale, le immatricolazioni di Fiat sono salite del 2,5%, con una market share pari al 9,3% rispetto all’8,8% di maggio 2008. Commentando questi risultati, il presidente Luca Cordero di Montezemolo ha affermato che i prodotti Fiat sono molto apprezzati in Germania e in Francia e l’auspicio è che questo trend possa proseguire. Montezemolo ha inoltre aggiunto che il Lingotto si sta avvicinando progressivamente ad una quota di mercato del 10% in Europa, un dato significativo specie in considerazione del fatto che il mercato del Vecchio Continente continua a mostrare il segno meno in termini di vendite di auto.