A Piazza Affari prosegue la corsa al rialzo dei titoli del risparmio gestito che dopo la frizzante performance di ieri continuano a spingersi in avanti.

Piazza Affari: ancora acquisti sui titoli del risparmio gestito

Tra le blue chips FinecoBank e Azimut salgono rispettivamente dell'1,07% e dell'1,48%, mentre tra i titoli a minore capitalizzazione brillano Banca Mediolanum e Anima Holding, con un rally rispettivamente del 3,01% e del 2,78%, lasciando indietro Banca Generali che si accontenta di un rialzo dello 0,39%.

I titoli del risparmio gestito finiscono nuovamente sotto la lente delle banche d'affari dopo la diffusione dei conti del terzo trimestre e dei dati sulla raccolta di novembre.

Diverse le opportunità da cogliere nel comparto, a patto però di scegliere i titoli giusti, visto che gli analisti si esprimono in maniera diversa sugli stessi.

Azimut sotto la lente delle banche d'affari

Per Azimut i giudizi sono contrastati e a mantenere una view bullish è al momento Banca Akros che consiglia di accumularlo in portafoglio, con un prezzo obiettivo alzato la scorsa settimana da 19 a 20,5 euro.

Gli analisti hanno apprezzato i conti del terzo trimestre di Azimut e ritengono che ora il focus sarà sul nuovo piano industriale che potrebbe essere presentato nel primo trimestre del 2020.

Più cauta la view Mediobanca Securities che su Azimut ha un rating "neutral", con un target price ritoccato verso l'alto da 18 a 19,7 euro alla luce della buona qualità dei risultati trimestrali.

Non si sbilanciano neanche i colleghi di Equita SIM che suggeriscono semplicemente di mantenere il titolo in portafoglio, con un fair value migliorato da 19,2 a 19,9 euro sulla scia di un terzo trimestre migliore delle attese.